vacanze_cover_desk vacanze_cover_desk

Vacanze alternative e low cost

Viaggiare in famiglia imparando, divertendosi… e risparmiando!

08 luglio 2017

di Michela Calculli

Le vacanze estive sono un momento fondamentale per la vita familiare: giorni di riposo e di stretto contatto fra genitori e figli dopo un anno vissuto tra lavoro, scuola e impegni extrascolastici. Negli anni le vacanze si sono trasformate e oggi, anche per le famiglie, l’offerta di vacanze alternative che garantiscano esperienze uniche si è ampliata moltissimo. Ecco alcune idee educative e formative per vivere un periodo speciale in famiglia.

 

Budget e organizzazione condivisi con i più piccoli

Perché non condividere tutti gli aspetti della vacanza con i propri figli? Un momento per fare il punto sulle possibilità economiche e sull’opportunità o meno di fare determinate scelte di viaggio. Un momento di importante condivisione familiare. Insieme ai figli si può decidere la meta della vacanza, quali mezzi di trasporto utilizzare per raggiungerla, dove alloggiare e perché (basti pensare ai pro e ai contro nella scelta di un hotel o di una casa in affitto), quali attività fare e quali no e il budget a disposizione, perché tutto ha un costo e ci sono dei momenti in cui bisogna fare delle scelte consapevoli e informate. E poi, così facendo, la vacanza inizia molto prima di partire davvero!

 

Vacanze studio family-friendly

Avete mai pensato di andare all’estero a studiare l’inglese tutti insieme? Genitori e figli? Un’idea efficientissima per trascorrere un periodo di vacanza con la famiglia e imparare. Esistono dei pacchetti vacanze pensati appositamente per adulti e bambini. Per le classiche vacanze-studio si possono scegliere Gran Bretagna e Irlanda, ma se non si vuole rinunciare al mare la destinazione ideale per questo tipo di villeggiatura è Malta: al mattino tutti a frequentare i corsi e al pomeriggio si corre in spiaggia. Se il budget lo consente, si può scegliere addirittura di andare negli States, in Canada o in Australia e magari realizzare un sogno che mamma o papà coltivavano fin da giovani.

 

Scambio casa tra risparmio e rispetto

Se il budget è limitato, una buona idea è quella di mettere il proprio appartamento su una piattaforma di scambio casa. In questo modo il budget si comporrà soltanto di viaggio e vitto, mentre per l’alloggio basterà cedere la vostra casa. Anche in questo caso non è da sottovalutare la forte componente educativa: stiamo risparmiando e per questo magari ci stiamo permettendo un viaggio più lungo o in un posto più lontano di quanto pensassimo. E poi per tutto il tempo sapremo che stiamo abitando uno spazio privato altrui, che se possibile merita ancora maggior rispetto di quello che comunque dovremmo riservare ad uno spazio pubblico come un hotel o un b&b, perché stiamo vivendo in luoghi intimi e personali, e altri abiteranno i nostri nello stesso momento. Insomma, una condivisione a 360 gradi.

vacanze_post

Workcamp in famiglia

Partire e fare una vacanza lavorando o svolgendo un’attività di volontariato? Si può fare anche questo. Si possono scegliere delle vacanze economiche, utili e che rappresentino un’esperienza unica rispetto alla routine quotidiana vissuta da genitori e figli durante l’anno. Certo, come per i viaggi studio, si rinuncia al totale relax in cambio di un periodo fortemente educativo e formativo per tutti. Se decidete di orientarvi in questo senso sappiate che potrete andare quasi ovunque nel mondo e scegliere le attività più diverse: dall’agricoltura all’edilizia, dall’ecologia al volontariato in favore dei disabili. Solitamente questo tipo di vacanza si articola in una mezza giornata di lavoro/volontariato e un’altra mezza giornata utilizzata per fare gite o escursioni. Insomma l’aspetto ludico rimane comunque.

 

In viaggio con Interrail

Nell’immaginario dei trenta/quarantenni di oggi, la mia generazione, Interrail significa vacanza post maturità. Un biglietto del treno per girare l’Europa zaino in spalla, da soli o con un gruppo di amici. Ma le cose sono cambiate e oggi viaggiare con Interrail non riguarda più esclusivamente i giovani: possono farlo tutti, intere famiglie incluse. Non solo, alle famiglie sono dedicati degli sconti speciali per rendere l’acquisto dei biglietti ancora più vantaggioso (trovate tutte le informazioni su interrail.eu). “Interrail in famiglia” è una tipologia di vacanza che richiede grande organizzazione, collaborazione di tutti i componenti e capacità di adattamento. Bisogna imparare a risparmiare non soltanto sul budget, ma anche sullo spazio disponibile per i bagagli (dovendosi spostare di frequente) e sul tempo, individuando bene le tappe e la durata della permanenza presso ognuna di esse.

Insomma, le possibilità di organizzare una vacanza alternativa e/o low cost esistono, così come quelle di renderla utile a imparare cose nuove. Basta valutare bene le diverse possibilità e scegliere quella più adatta a noi.

Michela Calculli