In_valigia_desk In_valigia_mobile

Film, libri e luoghi da... mettere in valigia!

Cosa leggere, cosa guardare e cosa visitare in estate insieme ai propri bambini

12 luglio 2018

di Librì progetti educativi

Abbiamo “giocato” un po’ cambiando i contenuti delle classiche liste di compiti per le vacanze che molti studenti si vedono consegnare alla fine della scuola. Invece di esercizi classici noi suggeriamo… esperienze! Pronti? Divertitevi.

 

Estate, tempo di cinema all’aperto!

Se avete dei bambini probabilmente avete già visto Coco – che ha vinto due Premi Oscar, uno ai Golden Globese uno aiBAFTA e dominerà i cartelloni dei cineforum estivi. Ma a parte questo film di sicuro successo, tra le novità in programmazione nel grande schermo merita una segnalazione L’isola dei cani (regia di Wes Anderson), già premiato al Festival di Berlino. Di rara bellezza, il film d’animazione, realizzato con la tecnica dello stop motion, offre sicuramente uno sguardo non banale, ironico, attento e profondamente vero su emozioni e società. È originale, intenso, davvero da non perdere.

Anche I Primitivi. Tutta un’altra preistoria (regia di Nick Park) si rivolge a un pubblico eterogeneo ed è girato in stop motion: protagonista il giovane cavernicolo Dug, che si trova a combattere con la sua tribù contro l’arroganza di una tribù più… evoluta. Grandi risate, battute degne del migliore umorismo inglese, due protagoniste femminili di tutto rispetto e… una partita di calcio con i controfiocchi (simulazioni comprese).

Impossibile resistere, infine, al romantico, sensibile e pasticcione toro Ferdinand, che si rifiuta di combattere all’interno delle corride. Il film, del regista Carlos Saldanha, ha ottenuto una candidatura ai Premi Oscar e una ai Golden Globes ed è la versione cinematografica del corto disneyano Ferdinando il toro, vincitore nel 1938 di un Oscar per il soggetto, a sua volta basato suLa storia del toro Ferdinandodi Munro Leaf del 1936, albo illustrato dal forte carattere pacifista con illustrazioni di Robert Lawson. Un libro, questo da cui tutto è partito, ripubblicato nel 2017 da Fabbri editori con una nuova traduzione di Beatrice Masini.

 

I libri

L’estate può essere occasione per iniziare letture in autonomia o recuperare qualche momento per quelle condivise. Le parole d’ordine dei titoli da portare in vacanza e infilare in valigia non possono che essere leggerezza, umorismo, avventura e… belle storie! Per i più piccoli e per le primissime letture suggeriamo:

  • La ricetta della strafelicità di Matteo Razzini, pubblicato da Corsiero editore (con doppio testo in italiano e inglese);
  • C’è un rinofante sul tetto, della casa editrice Lupoguido;
  • I giochi coraggiosi, firmati da Roberto Piumini e pubblicati da Librì Progetti Educativi nella collana Collilunghi.

Deliziosi, poetici, teneri, giocosi, delicati, affrontano con leggerezza e cura piccole paure e quotidianità dei bambini e delle bambine. Accompagnandoli, con un sorriso di incoraggiamento e comprensione nel loro – quotidiano – crescere e sperimentare. Per lettori più esperti (a partire dai 10 anni) consigliamo un nome che è una garanzia: Davide Morosinotto col suo Rinomato Catalogo Wilson & Dawne, dai 12 anni, da scoprire Le ragazze non hanno pauradi Alessandro Q. Ferrari.

Invece di esercizi classici noi suggeriamo… esperienze! Pronti? Divertitevi.

In_valigia_post

La mostra

Fino al 9 settembre a Milano gli spazi della Fabbrica del Vapore (in via Procaccini) si trasformano come per magia in una piccola Hogwarts per la mostra Harry Potter, the exibition. I visitatori hanno a disposizione 1600 metri quadrati di allestimento e si trovano trasportati in scenari ispirati ai set dei film del maghetto con tanto di costumi, oggetti di scena, artefatti e creature provenienti direttamente dalle produzioni cinematografiche. Non mancano momenti interattivi come il lancio della Pluffa nell’area del Quidditch o la visita nella capanna di Hagrid. E – siamo certi – pochi sapranno resistere alla foto ricordo sulla sua poltrona gigante. La mostra è aperta il lunedì dalle 15 alle 2, martedì, mercoledì e giovedì dalle 10 alle 22 e venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 23.

 

Gite di un giorno per tutta la famiglia fra classici e perle nascoste

Oltre ai classici parchi divertimento (acquatici, avventura e faunistici) sparsi un po’ in tutta Italia, ci sono piccoli gioiellini e luoghi di indubbio fascino che meritano una segnalazione e una visita: il Parco delle Orchidee, ad esempio, che si trova a Bolzano ed è unico in Europa. Prendetevi una giornata ed entrate in questo giardino delle meraviglie. Anche i più piccoli possono apprendere attraverso il gioco numerose nozioni sulle orchidee, sulla loro crescita e la loro riproduzione.

Per tutti è sicuramente un bel viaggio multisensoriale: esperienza indimenticabile anche al labirinto della Masone di Franco Maria Ricci a Fontanellato (Parma), il più grande labirinto esistente, composto interamente di piante di bambù (in totale sono circa 200 mila) alte tra i 30 centimetri e i 15 metri e appartenenti a venti specie diverse. Un percorso in cui inoltrarsi e perdersi, per fantasticare e riflettere. Non per tutti ma particolarissimo (e coloratissimo) è poi il Giardino dei Tarocchi con le sculture giganti dell’artista Niki de Saint Phalle a Pescia Fiorentina, Capalbio, in provincia di Grosseto.

E vogliamo parlare della spada nella roccia presente nell’abbazia di San Galgano (nel comune di Chiusdino, in provincia di Siena) o della Scarzuola, la città ideale dell’architetto Tomaso Buzzi che vi catalpulterà in un quadro di Escher? Se amate il grottesco, il mostruoso e il… mistero, non resterete delusi nemmeno dal Parco dei Mostri (o Sacro Bosco) di Bomarzo, in provincia di Viterbo. In Calabria invece va visitato il piccolo parco museo all’aperto Musaba, nella Vallata del Torbido, a sud est del centro abitato di Mammola (Reggio Calabria). Un progetto nato e sviluppato sotto la direzione di Nik Spatari e Hiske Maas.

Libri, mappe, tickets… A questo punto in valigia dovreste avere tutto il necessario! A noi non resta che auguravi buone vacanze!

 

Ti è piaciuto l’articolo? Allora condividilo sui tuoi canali social.

Oltre ai classici parchi divertimento (acquatici, avventura e faunistici) sparsi un po’ in tutta Italia, ci sono piccoli gioiellini e luoghi di indubbio fascino che meritano una segnalazione e una visita.

Librì progetti educativi